gigolo Imperia

Gigolo Imperia

Gigolo Imperia, così iniziamo la settimana. Buongiorno bellezze dal vostro accompagnatore per donne a Imperia.
Oggi abbiamo la fortuna di leggere la descrizione di un mio appuntamento visto dagli occhi suoi.
Una delle parti che amo di più del mio lavoro, capire cosa provi dopo un nostro appuntamento.

“Finalmente ero lì ad aspettare che uscisse dal gate il mio gigolo…Ma poi mi è squillato il cellulare, ed eri tu che invece mi chiedevi dove ero, perché stavi già fuori dal terminal.

Come ti ho visto, è sparita in un attimo tutta la tensione nervosa che avevo accumulato nelle settimane precedenti al nostro incontro…sarebbe andata come doveva andare…io mi ero messa in testa che mi sarei fatta conoscere per quello che ero, senza fronzoli, artefatti, o atteggiamenti atti a ottenere quello che mi sarebbe tanto piaciuto avere.

Avrei avuto da te solo quello che io con il mio modo di essere e di fare ti avrei portato a darmi, e se non fosse stato ciò che io mi aspettavo, beh poco male…volevo la verità nei gesti, nelle parole, nei pensieri.

Avevo deciso anche, che ti avrei preso per come ti saresti mostrato a me, senza metterti a confronto con nessun altro uomo con il quale fino ad ora avevo avuto a che fare.

Perché ognuno di noi è unico, e sentivo peraltro che mi avresti dato qualcosa di totalmente diverso da quello cui ero stata abituata fino ad ora…Ma sappi che non è stato semplice per me fare e ottenere questo!
Alla fine credo di poter dire che essendo stati noi stessi ci siamo piaciuti.

Non è stato subito, io credo che ci siamo studiati e poi lasciati andare.
Abbiamo mangiato, bevuto, riso, parlato delle nostre vite, esperienze, dolori e delusioni; e quando soprattutto ci siamo cominciati a confrontare su temi importanti quali la vita, la morte, i soldi, i sogni, la famiglia, sono rimasta piacevolmente sorpresa del fatto che su parecchie cose la pensavamo alla stessa maniera.

Eh sì, ero terrorizzata al pensiero di non piacerti, e non tanto sul piano fisico, bensì come persona, ma se qualcosa doveva succedere, questa doveva essere perché io ti avessi interessato e stimolato come essere umano e poi come femmina.

Sei completamente diverso da me, ed è anche per questo che volevo conoscerti, per me eri una sfida, un mettermi alla prova. Avevo anche bisogno di fare sesso (e lo sapevi), ero arrabbiata, delusa, offesa e tanto tanto carica perché uscivo da una certa situazione.

Mi hai fatto venire tre volte in una manciata di minuti, mentre stavamo dentro una vasca idromassaggio stupenda… E meno male che non ci volevi venire…Alla fine hai ammesso che ti stava piacendo molto ed eri contento di avermi dato retta, bello il mio accompagnatore per donne.

Ti ho raccontato tante cose di me con molta naturalezza e fiducia. Tutto ciò accompagnato da una bottiglia di prosecco e tanti tanti brindisi!!!

Il sesso…il sesso c’è stato, ma non solo nella maniera tradizionale. Ad un certo punto non c’era più lo scopo di godere avendo orgasmi reciproci ed espliciti.

Era la bellezza e la piacevolezza nell’essere uniti solo per il piacere di esserlo…facendo poco o niente…godendo semplicemente l’uno dell’altra nell’ascoltare il respiro, il battere del cuore, le carezze, la pelle liscia, guardarti mentre tu eri dentro di me e ti muovevi.

E poi mi hai permesso, anzi no, hai voluto che io giocassi con lui, prendendolo in bocca, baciandolo leccandolo, succhiandolo anche quando lui ormai era senza più vigore…io adoro fare questo, solo per il semplice piacere di farlo…

Ma dove sta scritto che bisogna dedicargli attenzioni e premure solo in funzione del farlo diventare duro e pieno di desiderio di scoparci? Bisogna coccolarlo e gratificarlo anche quando non si vuole ottenere da lui questo effetto, ciò per dimostrare al nostro uomo che il suo cazzo ci piace sempre, e non solo quando è nella massima espressione della sua virilità.

Ecco perché io da questo incontro ne sono uscita con una serenità e una pace interiore che non cercavo, che non mi aspettavo, che non conoscevo, ma che nonostante fosse la prima volta che t’incontravo, è venuta spontanea è fortemente appagante.

Sì, scopare nella maniera tradizionale, va bene è giusto ed è stupendo. Ma quest’altro modo di venire a contatto e percepirsi, sentirsi, ascoltarsi, conoscersi, sa’ di un’altra dimensione del piacere. Se vogliamo più razionale e che proprio per questo ti fa sentire appagato molto molto più a lungo fisicamente ma anche interiormente.

Ricordiamoci che noi non siamo solo corpo e mente ma anche anima…e lei, l’anima va nutrita come tutto il resto del nostro corpo.

Ci dicevamo che stavamo veramente bene, tanto da non volerci staccare da quell’abbraccio per dover andar via…le ore erano volate e ognuno di noi doveva ahimè tornare alla sua vita.

L’unica nota stonata? L’hotel, non all’altezza delle mie aspettative, e questo poteva rovinare tutto…mi è dispiaciuto tantissimo ma non ci potevo fare niente.

Sei una gran bella persona, intelligente sensibile, dolce, consapevole, sicuro di te ma non borioso, divertente, hai anche dei tratti estremi, ma non hai paura comunque di essere te stesso e del giudizio degli altri, e se devi essere apprezzato, è per quello che sei e non per quello che gli altri vorrebbero che tu fossi.

Anche io infondo sono così! Insomma un uomo proprio fuori del comune, sicuramente un ottimo investimento sul piano esperienziale a trecentosessanta gradi. Sono proprio contenta di aver deciso di mettermi alla prova con te e ti ringrazio di avermi dato l’opportunità di conoscerti.

Inoltre, ma non meno importante…Sei proprio Bono! Cosa potevo volere di più?”

Organizza ora l’appuntamento con il tuo accompagnatore a Imperia o nella tua città.

Tra tanti accompagnatori per donne a Imperia, il meglio l’hai già trovato.

Ricorda sempre che il tuo accompagnatore ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

CLICCA QUI per tutti i miei contatti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.