gigolo Bologna

Gigolo Bologna Fantasie In Solitaria

Gigolo Bologna fantasie in solitaria è il titolo per iniziare benne il nuovo anno! Il vostro accompagnatore per donne preferito ritorna tra voi. Iniziamo subito alla grande con i pensieri di una donna rivoli ovviamente al sottoscritto…

“Ti avvicini deciso a me mio bel gigolo, sai esattamente quello che vuoi e sembra che tu mi legga nel pensiero, perché è esattamente quello che voglio pure io.
Ti siedi e mi fai sedere sopra di te, davanti a te, ti do la schiena.

Senza che me ne accorga i tuoi piedi agganciano i miei per le caviglie e porti in dietro le gambe; è come stare seduti con una cintura di sicurezza alle caviglie, non sono legata ma è come lo fossi perché le tue gambe e i tuoi piedi mi tengo fissa e non c’è modo di andarmene da te. (e quando mai lo farei con un accompagnatore per donne a Bologna così bono)

Ti sento addosso, non ti vedo ma ti sento addosso.
Mi accarezzi lentamente ma deciso…interno cosce, fianchi, seno e sali…e finisci sul collo.
La tua mano è calda è sicura è tenace…non stringi ma ti fai sentire…mi prendi per il collo e lo tiri indietro verso di te…la tua bocca vicino ormai alla mia mi sussurra: non muovere le braccia e non fermarmi.

La tua mano gioca ancora con la mia giugulare, accarezza il collo…fatico a deglutire per l’eccitazione e per la tua mano che preme piano piano, ma solo stare in questa posizione potrebbe farmi godere senza fare nient’altro.
Ora sono tua, sopra di te, legata a te dai tuoi piedi e dalla tua mano sulla mia gola. E non c’è altro luogo dove vorrei essere con il mio accompagnatore a Bologna.

Questo è un piccolo spunto, che io adoro e che nelle mie fantasie in solitaria spesso accade.
Non è un suggerimento, neppure vorrei mai suggerire ad un uomo come comportarsi con me, ma adoro le braccia forti, quelli che ti prendono e senza chiederti nulla ti fanno capire quanto ti desiderano, in quel momento, in quel luogo, in quell’istante, proprio lì.

Ecco perché nei miei ricordi con te, su tutti c’è quando ero in corridoio, tu esci dal bagno, cammini sicuro per passarmi davanti e senza che me ne accorga mi avevi piantata al muro e mi stringevi.
Eri completamente addosso a me. Sentivo che spingevi con tutto il tuo corpo, quasi a farmi entrare nel muro.

Adoro quella foga, adoro il peso di un uomo su di me…adoro quella passione, che c’è sempre nei rapporti quando nascono e che poi naturalmente (dicono) muoia.

Ho voglia di essere desiderata, così tanto da far perdere la testa ad un uomo e che al contempo mi faccia perdere la mia.

Ora finisci tu la storia se hai voglia.
Io la finisco nella mia testa e con le mie mani.”

Come primo pensiero dell’anno pubblicato non mi sembra mica tanto mal, che ne dite? Vi rivedete anche voi nelle sue fantasie o ne avete altre in particolare? Potete raccontarle nei commenti…Vi bacio!

Organizza ora l’appuntamento con il tuo accompagnatore.

Tra tanti accompagnatori per donne a Bologna, il meglio l’hai già trovato.

Ricorda sempre che ti raggiungo in tutta Italia ed estero.

CLICCA QUI per i miei contatti

7 comments

Leave Comment
  1. L.

    1. il mio non è un lamento. Raul sa ed è quanto basta. Se ci leggete un lamento, avete problemi di comprensione. Ma tant’è, non miei.
    2. Il fatto che si comprenda che ho scritto io la cosa non capisco che problemi crei. Sì, l’ho scritto io, sì l’ho scritto pensando a Raul, sì lui ovviamente l’ha letto in anteprima perchè ci conosciamo da tempo e sì, non ho problemi a dirgli quanto mi faccia eccitare anche al solo pensiero (visto che già di persona ho potuto gradire).
    3. Ciao Raul… un bacio :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.