gigolo coaching

Gigolo Coaching

Gigolo coaching? Ma certo che si! Oggi voglio parlarvi di questo mio servizio che spesso mi viene richiesto da parte dei maschi che si trovano impacciati con la sfera femminile.
Qui nessuno è nato maestro e non esiste un prontuario uguale per tutti al fine di conquistare una donna, perché sia lui che lei posso essere completamente incompatibili, sia nel pensiero, obbiettivi di vita, gusti, età, ecc..

Ma sicuramente esistono dei comportamenti da poter usare per rompere il ghiaccio tra i due sessi.
Sicuramente per il gigolo coaching, l’esperienza personale fa da padrona. Per questo motivo mi sento in grado di dare consigli sul primo approccio ed anche poi sul lato pratico dell’argomento.

Alla base della richiesta del mio aiuto da parte dei maschi, si cela sicuramente l’insicurezza e la timidezza personale del relazionarsi con il sesso femminile e qui i motivi possono essere infiniti.
Ma ora non voglio analizzare i motivi per cui si celano queste paure, da dove sono nate e perché,
ma al contrario, voglio cercare assieme al diretto interessato, il modo e la maniera per risolverli.

Pure io nell’età della pubertà mi sentivo timido ed impacciato, cosa normalissima che fa parte del decorso della vita, ma arrivare con i stessi freni a trent’anni la vedo come una vera e propria castrazione fisica e psicologica. Nei ragazzi che chiedono aiuto al gigolo coaching c’è la voglia di superare questo scoglio, perché vogliono vivere la propria sessualità e vita emotiva a pieno, con tutte le ragioni!

Una delle primissime cose da accettare e da mettere in preventivo quando si cerca di approcciare e/o conquistare una donna, sono i NO di lei. Puoi essere pure l’uomo più bello, interessante e simpatico del mondo, ma per una ragione o l’altra, quella donna che stai puntando potrà darti il due di picche.
Ovviamente se ti piace così tanto non dovrai demordere al primo rifiuto, anzi, loro usano questa tecnica per farsi desiderare e vedere fin dove sei disposto a spingerti per conquistarla.

Ma per arrivare a farsi dire di no o si da lei, in primis c’è tutto un rituale di sguardi, gesti, occhiatine, smorfie e linguaggio del corpo che fa avvicinare i due. Ed è questo il primo passo da analizzare assieme per far rendere possibile l’approccio. Qui entra in campo l’emotività del soggetto conquistatore e del soggetto da conquistare, per questo devo fare una chiacchierata con chi cerca i miei consigli.

Le mie dritte posso essere tante e giuste, ma alla fine bisogna metterle in pratica sul campo.
Quindi, con il lui in questione, dovrò recarmi in un territorio di “caccia”, dove farlo mettere in pratica la lezione di base. La cosa non sarà subito facile, per questo dovrà esserci un sacco di allenamento patico nel farlo e rifarlo, senza scoraggiarsi mai.

E come affrontare poi il lato di vista sessuale che viene richiesto? Pure questo è risolvibile!
Ovviamente ci sarà bisogno di un affiancamento di una donna disponibile a far la parte della donna conquistata e disposta ad un rapporto sessuale da “prova” per migliorare le sue tecniche al fine di soddisfare una futura compagna, ma anche a questo il gigolo coaching ha la soluzione!

Volevo concludere col dire a tutti quei maschi che si sentono impacciati ad avvicinarsi a e relazionarsi con le donne, di contattarmi per poter risolvere la situazione, affidati a chi lavoro sul campo 😉

Vuoi prendere un appuntamento con me? Fallo ora, fallo qui!

10 comments

Leave Comment
  1. C.

    Ti manderei un po’ di tizi a “scuola ” per avere un po’ di tutoraggio da parte dello gigolo’ coaching…ma temo credano di essere gia’ “imparati” anche se non e’ vero.. 😉
    Come funziona la storia della donna in affiancamento ? 😛

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.