gigolo Venezia

Gigolo Venezia Relazioni Malate

Gigolo Venezia relazioni malate il titolo di oggi. Ben ritrovate donne goderecce dal vostro accompagnatore per donne. Quest’oggi, girano per la rete mi sono imbattuto in un video molto divertente e che fa riflettere allo stesso tempo. Allora giustamente ho pensato di riproporvelo.

Molte di voi iniziano a fare una ricerca tra gli accompagnatori per donne a Venezia, vivendo una situazione sentimentale simile alle prossime affermazioni. Ma di cosa stiamo parlando? Ora potete leggere le parole di questa simpatica donna, postate direttamente su Facebook.

“L’errore di base…inizialmente una donna che frequenta un uomo, pensa che il comportamento di lui abbia a che fare con lei. Cioè, se è allegro, brillante, se propone viaggi, uscite. Se invece è musone, ritardatario, distratto.

Per una donna sono segnali relativi a quello che lui prova per lei. Questo perché una donna, di solito, si basa su se stessa. Poi passano i mesi, gli anni a volte. E la donna capisce finalmente che non funziona così.
Che lui è così!

La famosa grande scoperta che una donna a un certo punto fa con un uomo, è questa. Il grande passaggio, il guado del fiume, l’illuminazione. Lui è così! Dici..”capirai che scoperta…” No, no…è una cosa importante.
Se arriva sempre in ritardo è perché lui è un ritardatario. Se è musone è perché lui è un musone.

Il fatto che stia con te o che non stia con te sono gli unici elementi che hai in mano per capire se ti vuole o no. Tutto il resto è lui, è solo lui. Ingeneroso, sgarbato, aspro, assente. Non è perché tu non meriti gentilezza e attenzione, perché non ti sei comportata come avresti dovuto.

Perché non sei abbastanza bella, perché hai fatto qualcosa di male. No, è perché lui è ingeneroso, sgarbato, aspro e assente. Così come è vero il contrario…Se l’uomo in questione è gentile, rispettoso, affettuoso e presente, non è perché lei (la tua amica, si perché così in genere sono i mariti delle amiche)non è perché la tua amica lo merita più di te.

Non è perché lei è fantasti a letto, o magari lo è. Ma la questione resta che quello è un uomo garbato, gentile, generoso e il tuo no. (ecco che scatta la ricerca dell’accompagnatore per donne a Venezia).
Quindi l’unica cosa che la tua amica ha più di te è la capacità di scegliere.

Guardate, sembrano cazzate ma questo è il perno della millenaria autodemolizione della femmina nella coppia.
E’ la tavica incapacità femminile di essere solidali fino in fondo e smetterla di leggersi come rivali.
Perché il nostro ruolo non è così difficile.

Tutto quello che dobbiamo fare è scegliere. Vedo che non mi chiama? Vedo che mi sento trascurata? Vedo che tende a incazzarsi? E spesso vedo che non mi soddisfa a letto? Lo lascio perdere no? (e qui dovete chiamare il gigolo sottoscritto 😉 ).

Vedo che non si occupa dei miei problemi? Vedo che fatica ad ascoltarmi? Vedo che ha interessi che io trovo puerili? E lo lascio perdere, no? No! Noooo, nooo…no, no.
Visto che non mi chiama, vuol dire che ieri sera se l’è presa per quella cosa e probabilmente io ho esagerato…

Però anche mettersi a flertare tutta la cena con quell’estetista…Visto che mi trascura non devo piacerli più come le prime volte…son questi due chili che ho messo, accidenti! E poi si incazza, sì…a volte ho anche paura ma non so proprio come fare a farlo arrabbiare…a volte non mi si tappa la bocca…

Certo, potrei starmene zitta. Non c’è mica sempre bisogno di puntualizzare su tutto, no? Anche lui, a volte è così stanco…Visto che io non riesco a venire, devo avere qualche problema. Sono proprio fatta alla rovescia.
Ma che c’ho? Che sfigata…

Lui viene sempre tutte le volte…visto che non mi ascolta devo proprio essere noiosa. Potrei sforzarmi di accompagnarlo alla partita, tutte le domeniche…potrei rinunciare allo yoga, a finire di laurearmi, al viaggio in Tibet che ci tengo così tanto, ma…

Insomma, potrei rinunciare…potrei fare un po’ di dieta, dello sport, provare a essere più carnina.
Potrei cucinargli una cenetta, potrei provare a farlo parlare con il mio amico. Lui sì che mi capisce…
Forse potrebbe dagli delle chiavi…

Potrei sentire un ginecologo, potrei sentire uno psicologo, potrei tagliarmi i capelli. Oppure tingerli.
Potrei provare a calmarlo con le buone. Potrei essere più dolce, potrei…
Oppure potrei mandarlo a fanculo!

Ma anche al telefono, neanche un ultimo incontro, no! A fanculo! Non ti voglio più vedere…
Ma come? Tutto ad un tratto? Si, tutto ad un tratto! Anzi no, piano piano, lentamente…pesantemente, giorno dopo giorno…

Solo che non te ne sei accorto, ma me ne sono accorta io. Comunque Vaffanculo! Fine della discussione!
Che non è neanche una discussione è solo un vaffanculo…

Beh, credo di essere stata abbastanza chiara…cioè chiara…non ho spiegato nulla…ma cosa devo spiegare?
Non c’ha capito un cazzo…
L’errore di base è stato credere che potesse capire, che potesse cambiare, che potesse finalmente aiutarmi ad aiutarlo…ma vaffanculo va!!!!”

Allora che vi sembra del discorso fatto da parte di una donna come voi?
Vi siete mai trovate in una situazione tale?
Mi sa proprio di si….ma il punto è…ne siete uscite o siete rimaste ancora li?

Ma se vi serve un uomo allegro, brillante, garbato e presente, sapete già che fare…a prestissimo!

Organizza ora l’appuntamento con il tuo gigolo a Venezia o nella tua città.

Per tutti i contatti dell’accompagnatore a Venezia CLICCA QUI.

Ricorda sempre che l’accompagnatore ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

2 comments

Leave Comment
  1. Frida

    Se un uomo ti fa sentire inadatta e ti fa soffrire bisognerebbe troncare subito, sparire e basta senza neanche perdere tempo a mandarlo a quel paese. Ma se gli vuoi bene e ci sono di mezzo dei sentimenti non è così facile lasciarlo andare…

    • gigoloraul
      Author

      Ciao Frida…il primo sentimento di amore devi rivolgerlo prima a te stessa. Quindi tutto quello che ti fa star male devi allantanarlo e darti un altra possibilità con un altra persona…Baci!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.