accompagnatore per donne genova

Accompagnatore Per Donne Genova

Accompagnatore per donne Genova, oggi mi racconto così! Buongiorno buongustaie dal vostro gigolo giramondo.
Questa volta devo recarmi in Liguria. Una donna come tante si è incuriosita delle storie lette sul sito e ha deciso di vedermi.

Mi ha chiesto se potevo raggiungerla direttamente a casa sua e così è stato. Ha fatto questa scelta perché si voleva sentire più serena, più sicura. Ha letto che spesso le donne preferiscono vedermi a domicilio e quindi ha scelto così.

Il vostro gigolo a Genova arriva verso l’ora di pranzo. Lei mi preannuncia che vuole cucinare per noi, accetto molto volentieri. Arrivo finalmente davanti alla sua porta di casa. Mi apre e finalmente la vedo in figura intera (già dalle foto si capiva che era una bella donna).

Il suo imbarazzo lo percepisce pure il vicino, ma non dura molto per fortuna. Mi fa accomodare, giro veloce per farmi vedere l’appartamento. Mi chiede gentilmente se posso aprire il vino, mi adopero al volo.
Ecco i primi sorrisi che si susseguono già più serenamente.

Nel chiacchierare mi spiega i motivi che l’hanno spinta alla ricerca di un accompagnatore per donne. Pure le ha i suoi bei perché. Vestita tutta in nero, mi serve da mangiare già senza scarpe, mi piace il suo stile. Io cerco di capire cosa si cela sotto quel vestitino.

A tavola accavalla qualche volta le gambe, io devo fermarla.
“Aspetta, aspetta, devo farti uno scatto per il sito…” Lei scoppia a ridere ma mi dà il permesso.
Appoggio il telefono e via con un altro brindisi…

Finiamo di mangiare abbastanza velocemente, ma ora lei mi propone un buon caffè e del digestivo. Non accettare sarebbe fare i maleducati, no? Ecco, secondo me dopo il digestivo le cose prendono un’altra direzione. Ci troviamo avvinghiati senza bene sapendo chi ha iniziato e come.

Ma giusto ora che sto scrivendo della nostra giornata mi arriva un suo messaggio. Non scrive nulla, ma mi condivide semplicemente questo link…Incuriosito ovviamente voglio sapere di cosa si tratta…
A, la conosco bene questa canzone, ma mi soffermo per ascoltare attentamente il testo…Ve lo riporto pure…

“Se vuoi andare, ti capisco
se mi lasci ti tradisco, sì
ma se dormo sul tuo petto
di amarti io non smetto, no.
Tu stupendo sei in amore

sensuale sul mio cuore, sì
se poi strappo un tuo lamento
è importante questo mio momento perché
io ti chiedo ancora il tuo corpo ancora
le tue braccia ancora
di abbracciarmi ancora di amarmi ancora
di pigliarmi ancora
farmi morire ancora
perché ti amo ancora.

Confusione la tua mente
quando ama completamente, sì
con le sue percezioni
mette a punto le mie inclinazioni perché
io ti chiedo ancora la tua bocca ancora
le tue mani ancora sul mio collo ancora di restare ancora consumarmi ancora perché ti amo ancora,ancora,ancora,ancora”

Mi sembra che questa canzone descriva precisamente gran parte dei suoi pensieri. Una canzone uscita nel 1978, quando lei non era ancora nata. Nella nostra esistenza gli anni passano, ma quando c’è questa intensità non esiste età e tempo per emozionarsi assieme a qualcuno.

Tra tanti accompagnatori per donne a Genova, il meglio è sotto ai tuoi occhi.

CLICCA QUI per tutti i contatti del tuo accompagnatore a Genova.

Ricorda sempre che l’accompagnatore ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.