accompagnatore milano padrone

Accompagnatore Milano Padrone

Accompagnatore Milano Padrone, il titolo di oggi per voi! Buongiorno porcelle dal vostro gigolo padrone…
Già in tante mi hanno chiesto come sia andata a finire la storia con le corde. Ebbene oggi vi posto direttamente come lei ha vissuto la sua prima esperienza di questo tipo.

“Ritorno trafelata dal lavoro e a pochi metri chi vedo? Naturalmente ci sei tu, il mio accompagnatore per donne a Milano. Con il tuo trolley che ti dirigi a casa della mia amica…sollevo la mano x salutarti e rido.
“Per qualsiasi ora ci fossimo accordati, saresti arrivato dieci minuti in anticipo come al solito solo per non permettermi di prepararmi.”

“Vieni andiamo” Ti diverte un mondo mettermi in difficoltà lo so. Come ogni volta che ci incontriamo la prima mezz’ora faccio fatica a guardarti negli occhi (e tu mi prendi in giro anche per questo). Questa volta è più difficile del solito…perché sto già pensando a cosa accadrà tra poco con il gigolo a Milano

Entriamo, aperitivo, pranzo doccia…mi metto qualcosa di sexy oggi non i soliti leggings e ti raggiungo.
Mi siedo sul letto, tu sei sulla sedia di fronte a me…il mio cuore batte forte, aspetto…
L’accompagnatore a un tratto mi dice “devo farti vedere cosa ho comprato” la mia bocca si fa
secca…

IL NOSTRO GIOCO

accompagnatore milano padrone 1

Prendi un sacchetto scuro e tiri fuori una ad una quattro corde nere…me le metti intorno al collo…
ho un brivido. Poi tiri fuori un frustino…mi guardi fisso negli occhi e mi dici “tienilo in mano”.
Lo faccio ma te lo ripasso subito…non lo sento mio è solo tuo…è del mio padrone.

“Schiava questo gioco comincerà alle diciotto” giusto il tempo per abituarmi all’idea penso tra me.
Intanto però la nostra giornata prosegue…vino, chiacchiere, carezze, risate…il nostro amato corridoio…
Sono leggermente ubriaca ma ci sta tutto…ti guardo in faccia e capisco che il momento è arrivato.

Mi togli il bicchiere dalla mano, prendi una corda nera, la passi sul mio corpo lentamente…
Poi all’improvviso mi colpisci…velocemente la corda finisce intorno al mio collo e stringi forte…
una volta, due, tre.

Mi manca il respiro, mi tiri per i capelli e mi fai voltare velocemente verso di te, mi dai uno schiaffo sul viso, apri la mia bocca e ci sputi dentro. Con una spinta mi getti sul letto…apro gli occhi e nella tua mano vedo il frustino…

Me lo passi sul corpo e ogni tanto dai un colpo secco…il mio corpo reagisse con dei tremiti di piacere.
Gli ordini dell’accompagnatore per donne si susseguono accompagnati dai colpi…

PADRONE: “schiava versami del vino”…”schiava prendimelo in bocca”…”schiava accompagnami nell’altra stanza”…

Non so per quanto tempo dura perché perdo ogni punto di riferimento ma ho sempre più voglia di te…

SCHIAVA: “Padrone ti prego prendimi da dietro…”

PADRONE: “schiava non rompere!”

SCHIAVA: “ti prego padrone…”

PADRONE: “ho detto che non devi chiedermi niente, stai zitta!”

Mi sento umiliata, respinta e la cosa mi eccita di più…ancora la corda intorno al collo, ancora dei colpi sulle mie gambe, sul mio seno, sul mio viso…la stanza gira e all’improvviso ti sento…sei dentro di me, stai prendendo la tua schiava come vuoi tu…

PADRONE: “Ricordi schiava che ho comprato quattro corde?”

Come se mi risvegliassi da un sogno vedo che stai legando il mio polso destro al letto e così prosegui con l’altro polso e le caviglie…più tento di liberarmi e più stringono e fanno male…

Sono eccitatissima ma anche un po’ spaventata, tu sei ai piedi del letto con il frustino che accarezza il mio corpo, il mio sesso, ho un brivido di paura…poi cominci a colpirmi più forte di prima…

SCHIAVA: “Padrone mi fai male.”

PADRONE: “Non mi interessa schiava.”

SCHIAVA: “Mi fai male.”

Il tuo volto è serio, duro e continui…io cerco di liberarmi ma non ci riesco…
sono tua in quel momento…puoi farmi quello che vuoi e questo mi fa perdere totalmente il controllo…
urlo, mi dibatto, ti voglio…son arrivata al limite.

Sento le corde slegarsi…tu mi prendi in braccio, ti accomodi su una sedia e io mi ritrovo a cavalcioni su di te, tremo. Ci stringiamo forte…mi accarezzi. Sono sfinita mi lascio totalmente andare tra le tue braccia…ed è così che passiamo le ore successive prima di addormentarci…

Persi in un mondo difficile da capire e spiegare, un mondo che non ha senso, che corre veloce, che spesso mi fa soffrire, che ad ogni incontro mi regala emozioni diverse, che ogni volta però si porta via una piccola parte di me, ma che è solo nostro…”

Tra tanti accompagnatori per donne a Milano il meglio l’hai già trovato qui!

Organizza ora l’appuntamento con il tuo accompagnatore per donne a Milano o nella tua città.

Ricorda sempre che il tuo gigolo ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Per tutti i miei contatti CLICCA QUI.

4 comments

Leave Comment
  1. L.

    Ciao mio caro vecchio amico.
    Bello riscoprirti.
    Proprio ora che avrei bisogno di te ma non posso.
    Ora che avrei bisogno di “sentirti” ma non posso.
    Ora che avrei una voglia matta di vederti, di perdermi tra le tue braccia
    Ora che avrei bisogno di far viaggiare la mia fantasia….quando sono sola…o quando non lo sono ma pensarti rende tutto piu facile.
    Vedo che scrivi sempre molto bene.
    Scrivimi qualcosa. Qualcosa che faccia scorrere piu veloce il sangue e il cuore.

    Scrivimi Raul, dove preferisci…non ho piu una tua mail…

    Scrivimi anche solo poche parole ma fammi sognare di averti qui, a farmi andare via di testa.

    Una tua vecchia amica.

    • gigoloraul
      Author

      Ciao L., a questo punta cara vecchia amica…Se mi dai qualche informazione in più, magari riesco a ricordare chi sei…Comunque tutti i miei contatti li trovi qui sul sito…un bacio e a presto…

  2. Barbara

    Wow! Letto tutto d’un fiato! Complimenti! Lei ha avuto coraggio…e molta fiducia!! Anche se si tratta di te, bel Raul, ci vuole sempre una buona dose di fiducia! Domanda da impicciona, perché amato corridoio? Però, dai, lo sputo in bocca no!!! Non è che le hai versato un sorso di vino preso apposta? Nel periodo, poi, peggiore per l’influenza…per non parlare di mononucleosi o altro…ok, ok, sto zitta! Cmq ancora complimenti a tutti e 2!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.