accompagnatori donne firenze

Accompagnatori Donne Firenze

Accompagnatori donne Firenze il titolo di oggi. Ben ritrovate bellezze dal vostro accompagnatore, dai che si inizia la settimana alla grande. Questa mattina mi è arrivata la mail contente i pensieri ed emozioni di una donna Fiorentina. Buona lettura…

Lunedì.
Ore 19.30.
Letto: tumulazione totale nel letto con pigiama annesso, causa stanchezza estrema.

“Ho avuto la fortuna di rivederti mio bel gigolo a Firenze nei miei giorni liberi e ciò significa relax estremo.
E distruzione ovvio!
Sei arrivato quatto quatto, secondo me ormai c’è un binario diretto dalla stazione all’albergo e tu non me lo vuoi dire!! Bellissimo: totally Black e ovviamente in formissima.

Io e il mio gigolo partiamo con i nostri naturali rituali approcci di avventura, a cui io tengo tantissimo e che ci teletrasportano nella nostra dimensione: bagno, chiacchiere, sistemazione, sigaretta e ovviamente…BRINDISINO col prosecco della nostra ormai amica e più grande fan gestore dell’albergo. Ti adora!

Sai che però non ricordo qual è stato il primo della serata?! Malissimo direi perché la definirei la serata mondiale del brindisino!!!
Rileggendoli tutti insieme, gelosamente annotati sul taccuino durante tutta la serata, ho fatto una grassa risata.

Perché sono un po’ pazzi, proprio come noi due insieme.
E sorrido. Perché mi riportano a quella dimensione intima, totalmente intima, che si crea fra me e te.
È naturale, semplice, a tratti primordiale, gentile e divertente. Complice. Adorabile.

Ci avviamo scoppiettanti verso la nostra consueta meta, la prosciutteria, che non tradiamo mai, ormai siamo di casa!
E mentre ti guardo mi rendo conto che sei un po’ velato….voglio farti divertire, distrarre, sorridere.

“ALL’ESSERE SEMPRE SE STESSI” dici alzando il calice verso l’alto…e con te non c’è pericolo penso io!!
Non ti si sfugge: capisci subito chi hai davanti. E sono felice perché noi siamo sempre noi stessi in compagnia di noi stessi.

Sorseggiando una bottiglia di Passerina ci si racconta e stasera siamo bravi: niente gare contro l’alcool ma solo voglia di chiacchierare un po’ più storditi e rilassati.
Lavoro, famiglia, sketch, rapporti: “ALL’UOMO TUTTO D’UN PEZZO E DAL CAZZO DURO”

Ma esistono ancora mi chiedo io?
“A NOI”, protagonisti di questa serata, sempre più in scioltezza…
“ALLA FIGA PROFUMATA”….Ma che film hai visto??

“ALLE REGOLE DI SCODO”
E qui mi inalbero e mi ingrigisco un po’…penso ai tuoi codici, che ormai ho iniziato a capire e so già che stasera non andremo a letto insieme. Purtroppo la mia fisicità ci divide.

Ma sono troppo contenta di star con te e non mi fascio la testa. Voglio star bene.

“ALL’INCASTRARE FIGURINE!”
“ECCOLO IL COCCOLO!”
“ALLO SCODO RISOLUTO!”

Prendiamo un taxi per il ristorante e il tassista ci riconosce…mi sento la regina della mia città stasera…

“ALLE CENTO EURO IN VENTI MINUTI!” Sei incorreggibile !!

Ci accomodiamo per mangiare la nostra bistecca preferita da amici…si perché ormai ci vogliono bene e ci trattano da tali anche loro. Il proprietario è subito felice di rivederti e non perde un attimo per ritagliarsi cinque minuti e scambiare due chiacchiere amichevoli con te.

Vi guardo sorniona e soddisfatta, pensando a quanto sono belli tutti questi intrecci che si creano tra te, noi e la gente e a quanto tu sia un mago in questo. Non scegli mai a caso, segui l’istinto, osservi e dialoghi aperto, sempre attento a portarti a casa il positivo. Adoro questo lato di te mio bel accompagnatore a Firenze.

“ALLE 4 B: BABE BIAVA BORI BOIO”
Mai regola fu più azzeccata di questa dico io!

Mi alzo da tavola sazia e soddisfatta soprattutto perché mi è scivolato il gomito dal tavolo soltanto un paio di volte (non c’è niente di sessuale purtroppo in questo!) e già non vedo l’ora di teletrasportarmi in Santa Croce per andare a fare un po’ di festa anche li!

Detto fatto. Catapultati verso nuove avventure, non perdi tempo a fare amicizia con due ragazzi. Del Belgio!!
Io faccio un po’ da traduttrice ( il mio prof d’inglese avrebbe riso di gusto) ma i concetti base te la sbrighi alla grande da solo! Linguaggi universali li chiamo io. Com è andata?

Praticamente li hai battezzati alla vita!!
In un colpo solo sono cresciuti di dieci anni!! Cannetta (mai fatta in vita loro), brevi racconti sul gigolo, istruzioni sulla conquista dell universo femminile. Praticamente hanno fatto bingo!!

Io son felice. E credo un po’ anche tu.
Forse perché riusciamo a darci più noi nel giro di qualche ora passata insieme che due persone che si frequentano nel giro di un anno. Parrà presuntuoso forse, ma io lo sento.

Ed è per questo che continuo a chiamarti nonostante a volte mi sembri assurdo.

“STAVO PENSANDO A TE”

…ridendo mi hai fatti ascoltare un po’ della tua musica preferita…ho avuto una stretta allo stomaco su “a un passo da te”…una delle serate più incredibili per me. Una di quelle parecchio calde, in cui siamo stati parecchio corpo a corpo. In cui le mani si esprimono.

Un po’ di malinconia…ma l’omino indiano delle polaroid mi fa svoltare al volo.
Click!
È ufficiale: siamo felicemente cotti!

Sto guardando la foto in questo momento: a parte che ancora la giro e la rigiro per capire la tua teoria del diavolo…la voglio attaccare nella mia bacheca. Tra le cose importanti.
Non racconterò la fine della nostra serata.

Lascio una grande suspense su quello che potrebbe essere successo…
Forse perché tutto sommato a volte le cose vanno semplicemente come devono andare.
Grazie per questo bel tempo passato con me…

Grazie per oltrepassare la luna e tirare fuori sempre cose belle…
Un bacio!”

Ragazze che serata da folli, quelle nottate che ti resteranno per sempre nella mente. Quelle che ti diverti un mondo con un anima simile alla tua, dove non esistono ne i “ma” ne i “forse”…Un bacio a tutte voi…

Non cercare tra tanti accompagnatori, vedi, mi hai già trovato!

Organizza ora l’appuntamento con il tuo accompagnatore per donne a Firenze o nella tua città.

Fallo ora, CLICCA QUI.

Il gigolo che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.