accompagnatore donne sardegna 1

Accompagnatore Donne Sardegna

Accompagnatore Donne Sardegna ed eccoci qui. Buongiorno a tutte dal vostro gigolo! Pronte per il racconto del mio ultimo week-end sull’isola felice? Bene, allora da dove posso iniziare…Dai, iniziamo dal mio arrivo in aeroporto…

Fortunatamente nessun problema con il viaggio, aereo in perfetto orario, già al momento dell’atterraggio mi metto a messaggiarle che tra qualche minuto sbucherò fuori all’uscita, cerco di capire se pure lei è puntuale, pronta per recuperare il suo accompagnatore.

Esco tranquillo, perché immagino che sia li ad attendermi, invece mi chiama e mi dice che purtroppo, causa lavoro, farà circa mezz’ora di ritardo e che le dispiace molto per l’imprevisto. Ahahaha pensate che il vostro
gigolo in Sardegna ci sia cascato allo scherzo? “No, no cara, non ti credo…dove sei?”

Lei che scoppia a ridere “ma uff, ma non riesco nemmeno a farti uno scherzetto…io sono alla tua sinistra, parcheggiata nella zona arrivi, devi attraversare e mi vedi”. E così, da subito smascherata, vedo spuntarla vicino alla sua macchina, indossa un vestitino bianco, tutto aderente, capelli al vento, so già che sorride, lo percepisco, la vedo, è incantevole pure da lontano.

Al vostro accompagnatore per donne, a questo punto, non resta altro che incamminarsi verso di lei, senza nessuna fretta però, finalmente ci si riincontra dopo due mesi ed abbiamo tutto il fine settimana da passare assime, perché correre? Godiamoci anche questi momenti di avvicinamento allora 😉 .

Finalmente ci salutiamo, grasse risate per il suo scherzetto mancato, io che inizio a spogliarmi di qualcosa, qui sull’isola fa più caldo che al nord e mentre mi sto mettendo comodo, per salire in macchina, noto un gruppo di sei ragazzi che si stanno accingendo pure loro a salire sull’auto degli amici che son venuti a recuperarli.

Bene, la scena è questa: uno dopo l’altro sono con la bocca aperta, muti, gli occhi spalancati e riamngono impalati qualche istante, poi iniziano a guardarsi tra loro e sottovoce cominciano a tirar giù tutte le madonne del Paradiso, perché?

Perché l’avrei fatto pure io al posto loro, vedendo una gran gnocca, con quell’abitino tutto attilato a un metro di distanza. Ahahaha, come ho riso guardandoli e allo stesso tempo ho goduto perché sapevo che da ora a qualche giorno sarà stata solo tra le mie mani. Pronta? Via, direzione casa sua!

Perfetti noi due, il gigolo e la sua bella creatura a 160 km/h in autostrada della Sardegna, non abbiamo tempo da perdere in chiacchiere, anche se per tutto il viaggio lei mi stuzzica perché vuole farmi innervisorre, così, per divertirsi un po’. Fa ancora qualche telefonata di lavoro e mi dice di rallentare, si, si…

Arrivati nella sua dimora, con aria furbesca, esclama: “ma tu sai che in questi giorni c’è la prima tappa del
giro d’Italia prorpio in Sardegna?” Io:”sì, l’ho sentito prima alla radio…perché?”
Lei: “perché, questi giorni voglio passarli con il mio accompagnatore donne in Sardegna sì, ma voglio seguire le varie tappe da vicino, in prima fila, sono un’appassionata di ciclismo, non te l’avevo mai detto?”

Noooo! Allora come accompagnatore ho fatto un po’ di tutto, ma accompagnare una donna a vedere gente che corre in bicicletta, questa mi mancava. Lei: “bella sorpresa, vero? non immaginavi un week alternativo vero? Senti, comunque anche se non sei uno sfegatato come me, non è che mi interessi troppo, io pago, quindi…”

Un gigolo in Sardegna che deve far compagnia ad una appasionata di ciclismo, che tristezza…A casa sua, mi fa solo mangiare qualcosa al volo, non vuole far tardi all’appuntamento con la prima tappa, poi vuole che indossi pure una maglia rosa, acquistata giusto per l’occasione…

Va bene tutto, ma l’accompagnatore per donne con la maglia da ciclista perché a lei gira così anche no dai.
Invece lei insiste, mi dice che altrimenti non mi avrebbe saldato quello che mi spettava e che non dovevo fare i capricci come i bimbi.

EBBENE

accompagnatore donne sardegna

Il giro d’Italia l’abbiamo visto in TV casualmente cambiando canale, lei non era nemmeno a conoscenza del fatto che si disputasse nella sua regione. Appena entrati abbiamo stappato la prima bottiglia di vino che si è vaporizzata dopo mezz’ora, mentre cucinavo per noi.

Tutto il pomeriggio e la sera, che nemmeno ce ne siamo accordi sia arrivata, l’abbiamo passato a mangiare, bere, far sesso per gli angoli di casa, quando ci capitava, per poi ritornare a ridere e scherzare.
Il sabato abbiamo messo il naso furoi dalla porta, solo perché siamo andati a comperare qualcosa per nutrirci, per poi rintanarci con gli stessi ritmi del venerdì…

Peccato solo che la domenica son dovuto andarmene prima del solito, per via di una variazione degli orari aerei, altrimenti penso che un copia incolla del venerdì non ce lo levava nessuno.
A, altra cosa di notevole pregio, abbiamo già programmato il nostro prossimo incontro e molto altro…magari ve lo raccnterò più dettagliatamente…buona serata a voi, ciclisti 😉 .

Organizza ora l’appuntamento con il tuo accompagnatore in Sardegna o nella tua città!

Fallo ora, CLICCA QUI per tutti i contetti del tuo accompagnatore.

Il gigolo che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

10 comments

Leave Comment
  1. Barbara

    Era solo un esempio. Ho detto se! Perché, vorresti rincorrermi per casa ululando? Se ne potrebbe parlare…fusa a parte!

  2. Barbara

    Sapendo quanto adoro i gatti avresti dovuto sentirti onorato….e poi che differenza c’è tra maglia rosa e fusa? Se ti avessi chiesto di giocare a fare tu il lupo e io cappuccetto rosso cosa avresti fatto?…. ok sto zitta!…e cmq la cliente ha sempre ragione…il che vuol dire che avanzo le fusa…no, non dire niente…non riuscirai ad avere l’ultima parola…sono minuta ma tosta…

  3. Barbara

    Ok. In 1 dei ns ultimi appuntamenti mentre ti carezzavo la barba ti ho chiesto di farmi le fusa e tu mi hai guardato storto….ammetto, però, che lo stavo facendo come quando carezzp le mie gattine: tocco gentile con delicata grattatina…l’atmosfera era giusta…le fusa non sarebbero state fuori luogo…cose che puoi capire solo se hai un gatto…,ahahah

  4. Barbara

    Allora, se ho capito bene, la maglia rosa sì e le fusa no? Ok, me lo ricorderò, caspita se non me lo ricorderò….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.