accompagnatore-milano-incontro-pazzesco

Accompagnatore Milano, incontro pazzesco!

Accompagnatore Milano, incontro pazzesco! Ma buongiorno dal vostro gigolo care donzelle, così si intitola la mail di lei che prontamente, dopo la nostra serata è riuscita a scriverla ed inviarmela. Già dalla foto che mi son scattato al mio arrivo a Milano, ho avuto il presagio che la serata dovrà essere oltremodo scoppiettante e così è stato…ma lasciamo a lei la parola…

Sono riuscita ad accaparrarmi un nuovo incontro con il mio bel gigolo Raul dopo mesi di lontananza ed ero molto contenta.
Ero anche molto in ansia però, per una serie di circostanze della mia vita attuale, un po’difficoltosa e faticosa.

Così glielo ho accennato mentre ci scambiavamo messaggi lui dal treno e io dall’ufficio, e gli ho detto “mi devi proprio svuotare la testa tesoro”.
Pare che il nostro accompagnatore per donne mi abbia proprio presa alla lettera….. e vedrete perché.

Come succede sempre, già vederlo mi ha tolto un ben po’ di ansia e la testa ha cominciato a riempirsi di nuovi pensieri…….
Era già tardi, treni in ritardo e traffico pazzesco, eravamo in albergo e abbiamo optato subito per la partenza con aperitivo…. doppio…. triplo….chi se lo ricorda più?
Intanto chiacchiere confidenziali e perfino progetti sui quali forse potremmo darci una mano.

E sempre ridendo sempre vicini, la perfezione era in arrivo. Si torna in camera per una doccetta e subito si scende per cena. Io avevo deciso di non mettere niente sotto il vestito perché volevo giocare un po’ al ristorante ed eccitarmi a lungo prima di tornare in camera e ho voluto che mi toccasse il sedere in corridoio appena usciti.

Lui ha fatto per tornare in camera poi ridendo ci siamo avviati al ristorante.
Purtroppo il tavolo non ci permetteva di stare vicini abbastanza e così addio giochini, però devo dire che sentirmi così nuda bastava già a scaldarmi.

A cena abbiamo bevuto un rosso, chiacchierato molto e fatto amicizia con tre ragazzini. Robe da matti.
Io di solito reggo, ma cercare di star dietro a un gigolo giuliano non è consigliabile, ora lo so…
Arrivata in camera euforica e traballante e con una voglia esplosiva.

Me lo sarei mangiato e in effetti abbiamo cominciato a mangiarci e credo di non essermi neanche tolta i vestiti. Lui sa cosa mi piace e va sempre a parare lì e io fluttuo in balia del suo corpo e delle sue mani, mi frulla come vuole e riesco solo a godere…fino a quando mi rovescio su un fianco e dico qualcosa come: “oddio… mi fermo”. Povero Raul! Si è ritrovato a letto con un catorcio!

Lui però ride, sinceramente divertito e fa: “ma come, hai avuto solo 17 orgasmi e già sei stanca?”.
Farfuglio qualcosa come: “Non ho avuto 17 orgasmi, era uno solo ma non finiva mai!!!!!!!!!!!!”
Decisamente improbabile, ma al momento la sensazione era stata quella.

Il mio accompagnatore a Milano rideva e cercava di sistemare quella specie di brodo primordiale nel quale si era trasformato il letto, ma io…niente da fare, la testa non reggeva e anche muovere un mignolo era diventato un problema.

In piena catalessi, prima di cadere in un sonno quasi mortale, lo sentivo girare per la stanza, mangiucchiare, borbottare e dire: “bene, domani mettiamo la sveglia alle 7.30, così abbiamo il tempo di fare un po’ d’amore, di colazionarci con calma e andare in stazione”.

Ma già dormivo. La notte è stata un po’turbolenta, sete, fame, insonnia, stanchezza, lui dormiva come un angelo, sempre borbottando, ridendo…. come fa lui insomma. La mattina il suo cellulare ci dà la sveglia alle 7.30!!!!!!!!!!

“Ma davvero hai messo la sveglia per fare l’amore??????? “Dormiva così bene…Gli ho accarezzato la testa e gli ho detto “ma dormi….”.
Mi sono riaccovacciata anch’io, ma ormai l’idea di accarezzarlo cresceva……

La mia intenzione era di farlo godere dedicandomi a lui, ma ormai avrei dovuto capirlo che niente di quella serata voleva andare come avevo pensato io…infatti mentre mi dedicavo a lui, lui mi accarezzava e mi toccava e mi frugava…

e siccome io non riesco a fare due cose in una volta, specie se comincio a venire, mi sono lasciata frullare e prendere, poi l’ho preso io seguendo il mio ritmo (ma come lo seguiva bene anche lui…!) e poi mi ha ripresa lui, a lungo, e oooooooo…… dio che belllo!

512 orgasmi tutti in fila e non sapevo più se ero fatta di carne e ossa o puro liquido ondeggiante.
Questa volta ci siamo fermati insieme, grazie a dio. Un paradiso!
Morale: mi sono ripresa forse la mattina dopo…
Comunque ragazze, ansia e stress… sparite con il nostro fantastico gigolo a Milano.

Ecco a voi una parte della serata fatta qualche giorno fa, con una donna speciale, che rivedo sempre super volentieri! Stiamo bene assieme, senza scazzi e sempre con la curiosità di raccontarci e sentirci intimamente come piace a noi…

Organizza anche tu l’appuntamento con il tuo accompagnatore a Milano o nella tua città.

Fallo ora, clicca qui!

L’accompagnatore per donne che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

2 comments

Leave Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.