gigolo-torino-per-cambiare-citta

Gigolo Torino, per Cambiare Città

Gigolo Torino, per cambiare città, lei vuole farlo così. Buongiorno belle donne dal vostro accompagnatore, ebbene sì, lei vuole cambiare città ad ogni nostro appuntamento. Come mai? Ma perché, come tante di voi non hanno visitato tutti i capoluoghi italiani e quale occasione migliore di farlo se non con il proprio gigolo?

La data del nostro incontro era già stata fissata in precedenza, ma per dei suoi contrattempi lavorativi abbiamo dovuta farla slittare di qualche settimana. Nel week-end precedente finalmente mi conferma il giorno e la città, ma siccome era presa dai suoi casini, ha fatto scegliere a me l’albergo la sera prima alle 22;00, nulla di strano mi son detto, chiamerò le strutture nella mattinata del giorno seguente durante il mio viaggio.

Finalmente seduto comodo sul mio posto 1D inizio a telefonare, ma sfortunatamente quello stesso giorno a Torino c’era un importante fiera e gli alberghi a 4 stelle erano tutti al completo…tragedia…Non volevamo fermarci in una struttura senza servizi, ma grazie alla mia tenacia, son riuscito a trovarne uno discreto, altrimenti si dormiva alla stazione ;).

L’accompagnatore per donne finalmente trovata la stanza, comunica alla sua lei il link dove raggiungerlo. Sempre durante il tragitto verso il traguardo, lei mi avverte che è in netto ritardo per la partenza, perché il marito, con cui doveva concludere delle commissioni, sta facendo tardi.

Allora che fare? Arrivato a destinazione monto al volo sul taxi, raggiungo l’hotel e purtroppo vado a pranzare da solo, cosa che avrei evitato alla grande, perché nei nostri programmi c’era un bel pranzo da condividere per iniziare bene la nostra giornata, ma la realtà ce l’ha fatto slittare.

L’ATTESA

gigolo-torino-1

Finalmente mi avverte che pure lei è in viaggio e che arriverà nel primissimo pomeriggio e di aspettarla in camera.
Detto fatto, mi distendo sul bel lettone, accendo la TV e faccio passare quell’ultima ora che ci separa.
TOC-TOC sento bussare, in un lampo le apro la porta, finalmente la vedo, sorride, si scusa per l’inconveniente, mi bacia ed inizia a spogliarsi affermando di essere stanchissima, stressata, ma con una voglia di me immensa.

“Dai che siamo qui per godere e rilassarsi”, glie lo ricordo e già qui si tranquillizza, prende la strada per farsi la doccia e dopo tutto questo tempo che ci ha tenuti lontani, ci ritroviamo sotto le coperte, caldi, felici, vicini, eccitati.

Ovviamente non è la prima volta che incontra il suo accompagnatore, quindi non c’è quell’imbarazzo, quell’incertezza di chi non conosci e ti trovi nuda accanto a lui, è più sciolta, vuole andare direttamente al sodo, mi dice che le sono mancato troppo e che mi vuole dentro di lei, come non accontentarla?

Il pomeriggio vola tra le lenzuola, tra un orgasmo e l’altro si parla, si scherza, ci si racconta del tempo che non ci siamo visti e si programma la serata, mi sta stretta, vuole il mio calore umano, adora stare abbracciata a me e si addormenta per qualche momento. Ristornate scelto, vestizione e via verso nuove avventure!

LA CENA

gigolo-torino-2

Scesi nella hall, mi faccio chiamare un taxi, vengo munito di uno scontrino con il nome della macchina ed usciamo ad attenderlo. Fuori ci sono due uomini con il telefono in mano e che sbracciano continuamente per fermare dei tassisti al volo, che ovviamente non accostano e già prevedo cosa accadrà da li a poco.

Arriva la nostra vettura, controllo il numero che si quella giusta e uno dei tipi che stava in attesa, apre la porta del taxi e si infila velocemente dentro, sghignazzando e facendo cenno all’amico di seguirlo. Ma hanno sbagliato a chi fregare la corsa.

Immediatamente mi fiondo tra i due, uno già seduto e l’altro fuori, con un tono intransigente gli faccio capire che hanno sbagliato mossa e che non è il caso di fare i furbetti con il sottoscritto. Solitamente son stato io che ho buttato gente fuori dalla macchina, non che gli altri me la fregano a me, ma questa è un altra storia…

L’accompagnatore per donne e la sua lei hanno conquistato i loro posto e stanno sfrecciando a destinazione, ristorante quotato e che server cruditè come piatto forte. All’interno della vettura ancora si parla dell’accaduto e si sghignazza pure con il tassista…si fermi, siamo arrivati…

Ristorante carinissimo, come tutto il personale, ci fanno accomodare anche in un bel angolino intimo ed inizia la sagra dei piaceri culinari…Pasteggiamo allegramente, prendiamo un po’ per il culo dei personaggi strani che si son seduti ad un tavolo in zona, qualche sigaretta, digestivo ed è già tempo di ritornare nel nostro lettone.

Fuori fa particolarmente freddo, voglie di scoprire la città, cazzi, mazzi, non ci passa nemmeno per la testa, unico obbiettivo, io, te e il lettone. Così, altra macchina, altro giro, altra corsa, ritorniamo sul nostro talamo,
vogliosi di godere nuovamente e starcene in tranquillità e relax il più e prima possibile.

LA NOTTE

gigolo-torino

La notte con l’accompagnatore per donne a Torino e la sua lei passa pure questa in fretta, non si guarda mai l’ora, abbiamo troppe cose da fare e da dirci che non ci sono tempi morti, anche i nostri silenzi hanno qualcosa di magico, di intenso, qualche bacio rubato, sorrisi, ansimi, ci si addormenta.

Nel sonno più profondo, sogno la voce di una donna che ansima, qualcuno che mi tocca, non capisco bene, sono rinco, ma la pressione di mani sul mio membro le sento sempre più reali, vere, non è un sogno ma son le sue. Mi bisbiglia che ha voglia di me, si rassicura che pure io ne abbia e si inizia a godere l’uno dell’altra per poi ripiombare tra le braccia di Morfeo più soddisfatti e rilassati che mai.

La sveglia che suona ci ricorda che è arrivato il momento di fare velocemente colazione e poi, purtroppo ripartire. Mi sottolinea che il tempo con me corre troppo e non se lo spiega. Raggiungiamo la stazione assieme, prendiamo la direzione del proprio binario e ci ritroviamo sulla superficie l’uno lontano dall’altra separati da due binari, che situazione ridicola, iniziamo a messaggiarsi a distanza di 10 metri.

Ci scambiamo conferme e voglie dei momenti intensi trascorsi a Torino, o meglio, in una stanza ed in un ristorante di Torno, ci si da subito un appuntamento pre natalizio e mi accenna la voglia di fare un viaggio in una città europea passate le feste. Che dire, come rinunciare a tele proposta? Ci dovrei pensare? No, no, devo solo scegliere la città, proposte?

Organizza anche tu l’appuntamento con il tuo gigolo a Tornino o nella tua città.

Fallo ora, clicca qui!

L’accompagnatore per donne che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.