gigolo a milano incontra l oriente

Gigolo a Milano, Incontra l’Oriente

Gigolo a Milano, incontra l’Oriente, il titolo di oggi! Un accompagnatore per donne a Milano può organizzare appuntamenti con tutte le etnie femminili, ma chi l’avrebbe mai detto di avere la fortuna di trovarmi di fronte ad una donna che da li a poco sarebbe diventata la mia geisha?

Buongiorno a tutte voi mie adorate, oggi sarò io a scrivere del mio ultimo incontro, accaduto qualche giorno fa, ma ancora presente nella mia memoria visiva, uditiva, tattile, olfattiva e gustativa.
Ma partiamo dall’inizio.

Il primo nostro contatto è avvenuto telefonicamente, anticipato da un messaggio richiedente informazioni in merito al mio servizio di accompagnamento per 24 ore. Appena sentita le sua voce ho intuito subito che lei non era Italiana e già subito su questo argomento mi ha chiesto di indovinare da dove potesse arrivare.

Quindi percepisco che è una donna simpatica, che sta stare al gioco e che fa dell’ironia, un ottimo inizio mi dico.
Parla, messaggia, ri parla, ri messaggia per scoprirci e per cercare una data e città favorevole per il nostro appuntamento alla fine ci si accorda per vederci a Milano.

Lei vuole un accompagnatore simpatico e che la faccia star bene, rilassare, vuole stare in pace perché stressata dal lavoro di tutti i giorni, vuole andare in un resort tranquillo, non frenetico, lontano da ogni tipo di casino e allora mi metto a cercare un posto adatto alle sue esigenze.

C’è la donna che sa già dove andare, chi ha solo qualche idea e chi invece lascia a me la scelta. Fatta la ricerca, le propongo alcune soluzioni e nel giro di qualche ora mi dice che ha prenotato il tutto, quindi ora basta aspettare qualche giorno, partire e finalmente incontrarsi.

Per il gigolo è arrivato il giorno della partenza, dopo qualche ora di viaggio ci si vede, ci si scruta velocemente, due baci di pro forma e ci si dirige alla ricerca del taxi che ci accompagni verso la nostra direzione.

Entrati in macchina, inizia a parlare con il tassista, mi fa sorridere il suo accento mentre le faccio i raggi X per potermi fare un idea più precisa di chi ho davanti. Dal modo di vestirsi, da come gesticola, da come si muove capisco tante cose, mi faccio così un quadretto della donna e difficilmente mi sbaglio.

Dopo una quindicina di minuti arriviamo alla meta, la giornata di inizio settembre è calda ma bella limpida, un filo di vento equilibra il tutto. Check in veloce in albergo, posizionamento delle valigie in stanza, lavata di mani e via verso il ristorante, rigorosamente all’aperto, così ho la possibilità di fumare liberamente, lei non fuma, non beve alcolici, no ha vizi.

L’orientale che ho difronte sembra essere totalmente diversa dal sottoscritto, sembra calma, pacata, si inizia a parlare in generale, mi racconta della sua famiglia, da dove viene, ordiniamo il pranzo e non ci fermiamo un attimo di confrontarci. Idee ed esperienze di vita vissuta a confronto, domande e curiosità da entrambe le parti ci fanno da contorno.

L’albergo dove alloggiamo è un posto stupendo, ha pure un bel prato super curato con piscina, non c’è folla, il silenzio tutt’attorno incombe e mi vedo già in costume, distesi entrambi sulle brandine bordo piscina. Quindi le chiedo cosa volesse fare ora, dopo aver mangiato e lei con tutta calma mi risponde che vuole riposare un po in camera, non vuole stare sotto il sole e comunque io sono libero di fare quello che mi va.

IN STANZA

gigolo milano

Come potrei lasciarla tutta sola in stanza? No, no, guarda vengo a rilassarmi con te sul lettone molto volentieri, le faccio. Dopo alcuni minuti e una ricca doccia, ci troviamo entrambi distesi e curiosi. Impossibile non avvicinarsi a lei, inizio ad accarezzarla e coccolarla e sento subito la sua bella pelle chiara, liscia e morbida, un corpicino da ventenne.

Mentre continuo a sfiorarla piano, lei rimane in silenzio, quasi non respira…arrivo con le dita tra le gambe ed inizio a masturbarla con dolcezza, voglio capire cosa e come le piace essere toccata, accesa e con mia gran meraviglia inizia a tremare come una foglia…

Il quadretto della situazione mi sembra chiaro, non è una donna che fa molto sesso, sopratutto con uno sconosciuto al primo incontro, è sensibilissima, ogni minimo movimento delle mia dita su di lei lo sente profondamente, ansima, respira a tratti, a momenti sta immobile e mi lascia fare, ha gli occhi chiusi e si lascia andare piano piano.

La responsabilità dell’accompagnatore per donne in questo momento è al massimo, ho in mano il suo sesso, la sua voglia, le sue paure, sembra così fragile e io voglio farla star bene, non voglio esagerare, devo seguire il suo equilibrio e la sua eccitazione per farla crescere e poi esplodere.

Il tempo si ferma, le mani ovunque, le nostre lingue si intrecciano, lei cerca di trattenere i suoi sussulti ed i suoi ansimi, si copre pure la bocca con la mano per non far casino ma io glie la levo subito, deve sentirsi libera di godere, urlare di piacere, deve assaporare a pieno tutto, è giusto che sia così!

Dopo i primi orgasmi già si sente meglio, più libera, più a suo agio, mi confessa che solo una volta ha provato delle sensazioni simili con un suo fidanzato, ma che sono nate solo dopo tempo di frequentazione, non sicuramente dopo qualche minuto passato sotto le lenzuola.

L’accompagnatore e l’orientale, ma che bel quadretto, mi fa lei. Rimaniamo li esausti nel lettone, coccolati dal sottofondo musicale, la penombra che ci circonda e la voglia di ricominciare sempre accesa. La faccio mettere in posa anche per qualche foto, lei acconsente senza problemi, vuole essere mia in tutto e per tutto, ora non vuole mettere nessun limite.

Così, come in un lampo arrivano già le 20:00, il tempo è volato, pensavamo entrambi fossero le 18:00, perché ci faceva strano essere stati a letto dalle 15:30 e aver goduto e ri goduto per tutto questo tempo senza stancarci mai. Cosa facciamo ora? Dai, pausa, andiamo a bere un aperitivo e a recuperare le forze a cena.

LA NOTTE

gigolo milano 1

Aperitivo e cena in terrazza, scegliamo al volo le nostre portate e facciamo una valutazione del nostro pomeriggio infuocato. Per entrambi un cosa inaspettata, un feeling sessuale trovato non sicuramente comune a tutti, ma esistente, che ti rapisce, che ti accende sempre e sempre meglio.

Lei non ha mai goduto così e me lo ripete più volte ed io sono sempre più orgoglioso di averle fatto passare delle ore di vera passione e godimento ed è stata pure la sua prima volta che ha squirtato in una maniera tale che abbiamo dovuto mettere l’asciugamano sulle lenzuola per non rimaner umidi.

La nostra conversazione non è per nulla noiosa, c’è un batti e ribatti su tutto, qualche sorriso, qualche sguardo che ci riporta a qualche ora prima e lo stupore di tanto benessere improvviso. Momento del digestivo, sigaretta e decidiamo di ritornare al nostro covo.

Secondo voi cos’è accaduto arrivati in stanza? Nemmeno il tempo i spogliarsi, parte una carezza, un sussulto ed eccoci nuovamente a giostrarci tra le lenzuola, insaziabili e presi più che mai, per poi crollare nel sonno più profondo.

Come risveglio, sento la sua mano che mi accarezza il mio organo, per poi sentirlo avvolgere dalla sua bocca calda in maniera perfetta, delicata e sinuosa. Non potevo non metterla a pecora, sculacciarla e tirarle i capelli per farle capire chi comanda e farla esplodere di piacere, ora, urla pure!

A colazione, la gente che occupava i tavoli ci guarda un po come dire…ci avete dato dentro un bel po questa notte, beati voi…sopratutto le donne mi scrutavano con un aria…vogliosa e non cagavano i mariti e la cosa ci faceva spaccare dalle risate.

Purtroppo è arrivato anche il momento di salutarci, ovviamente senza mancare all’ultimo amplesso, dopo che mi aveva mostrato l’intimo che aveva portato, ma che non ha avuto il tempo nemmeno di farmelo vedere, perché era costantemente nuda.

Ci lasciamo e ci salutiamo con la promessa di vederci prossimamente e con il mio compito di darle un nome da geisha, perché lei vuole essere questo per me! A molto presto, fantastica donna orientale!

Organizza anche tu l’appuntamento con il tuo gigolo a Milano o nella tua città.

Fallo ora, fallo qui.

L’accompagnatore per donne che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.