Accompagnatore Roma e poi...

Accompagnatore Roma e poi…

Accompagnatore Roma e poi…chissà cosa sarà accaduto. Questa volta è Donatella a cercare un accompagnatore a Roma.
Ha già saputo da una sua amica come funziona più o meno la cosa, come funziona generalmente un incontro con un gigolo a Roma, ma lei non vuole uno qualunque, ma bensì il sottoscritto e quindi lasciamo a lei la parola…

“Il cliente ha sempre ragione”…si dice…
Anche quando il cane del cliente fa pipi sulla tua borsa preferita??!!
Ero appena uscita da una giornatina faticosa e bislacca (…incasso di un assegno falso, incidente in bici alla Bridget Jones, carta di credito smagnetizzata, pipi di un carlino assatanato sulla borsa…) e scalmanatissima e in ritardo mi presento all’appuntamento con il mio bel accompagnatore.

Il mio gigolo è in albergo, un po mi è dispiaciuto non andarlo a prendere all’aeroporto, arrivo davanti alla porta e mi scatta la vena burlona…penso: ora dico”housekeeping” come si fa negli alberghi seri.
In realtà sono agitata. Mi tremano anche un po le mani. Forse perché quest’incontro l’ho deciso davvero senza pensarci troppo e seguendo la pancia sulla onda di un mezzo scherzo.

Non so niente di te, a parte qualche SMS e due fotografie.
Busso, semplicemente..e decido di raddrizzare la giornata.
Si apre in tre secondi.

Penso: si ok un metro e novanta per me è veramente un progresso essendo abituata in genere alla categoria
“son mezzo nano io”.
E poi: aiuto! Mi sento nel corpo di un barba papà!
Inutile descrivere la bellezza…troppo scontato, banale e soprattutto intimo.
Dico io ci penserà qualcun altro no?!

Bacio con il mio accompagnatore a Roma di presentazioni e stop immediato: lo annuso senza che lui se ne accorga. Non arriva alle narici nessun odore artificiale. In culo Kenzo, Dolce&gabbana e Chanel.
Solo odore della pelle.

Mi sento a casa…

Ci avviamo giù, in cerca di un aperitivo che smorzi il caldo e il normale “imbarazzo “.
Ti scruto spudoratamente, si chiacchiera del più e del meno, ma solo per occupare il tempo che ci vuole per una maledetta sedia con tavoli.

Finalmente, gira che ti rigiri, la meta!
Birette ghiacciate e il non servizio al tavolo cominciano a farci comunicare davvero…
Entro nella mia bolla di sapone.

Empatia e spontaneità presenti al nostro tavolo: vita dell’accompagnatore per donne a Roma, storie, avventure, tresche e sketch raccontati tranquillamente senza nessun pudore, strategia o secondo fine. Vivi e vissuti tutti e due. Presenti.

Si brinda e si brinda, incomincio a intravederti: solare, grande mimica facciale, occhi vispi, curioso, battuta pronta e soprattutto 100%puro. Mi sento totalmente a mio agio, sto bene, mi diverto. E al terzo giro mi verrebbe da chiederti: perché non mi baci? Aspetto fiduciosa come una bambina con il 25 dicembre.

Lo stomaco brontola e ci si decide per una cena in albergo…c’è la terrazza panoramica su Roma, non si può mancare! Ore 21 il tempo già è volato e succede qualcosa che mi fa eccitare da morire: possesso del tavolo voluto, guardi la cameriera e con decisione senza neanche interpellarmi ordini acqua gassata gelata e vino bianco.

Una cavolata…ma…
Tutta questa decisione mi stende.
Come se tu lo sapessi, mio bel accompagnatore

Tra un filetto e uno spaghetto mi accarezzi le gambe..siamo vicini! E’ arriva anche il 25 dicembre…se avessi un tasto rewind lo pigierei 100 volte per tornare sempre allo stesso punto…o forse no perché alla fine di baci ce ne saranno stati 100? Tutti espressivi tutti cercati. Io come una scema con l’occhio a mezz’asta!!

Come se fosse la cosa più naturale del mondo ci siamo fatti un doccino insieme…poi…avvinghiati…
Ero stata talmente bene fino a quel momento che per me non era una conseguenza meccanica.
TU: caldo, spontaneo, attento,giocoso, a tuo agio.
NOI: disinibiti, leggeri, onesti.

Sensazioni intense, vissute totalmente in parità; nessun gioco di ruolo, nessuna strategia.
Il tuo buongiorno è stato un soffio..
Grazie…
La mia bolla di sapone perfetta!!

Intanto volevo immediatamente ringraziare Donatella per il suo contributo mediatico della sua esperienza vissuta una sera di qualche tempo fa…Mi è piaciuto come è riuscita a descrivere le sue emozioni, pensieri ed idee, ed aspetto ogni volta con curiosità i vostri racconti del giorno dopo perché ogni volta spuntano fuori delle cose che al momento non vengono dette a parole.

A, Cara la mia Donatella, in questi giorni mi informo per la location del nostro prossimo incontro, promesso! 😉

Organizza ora il tuo appuntamento con il tuo accompagnatore a Roma o nella tua città.

Fallo ora, fallo qui!

Il gigolo che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

2 comments

Leave Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.