Gigolo e Cibo, Connubio Imprescindibile

Gigolo e Cibo, Connubio Imprescindibile?

Buongiorno a tutte voi, meravigliose creature! Cosa ne pensate del titolo gigolo e cibo, connubio imprescindibile?
Personalmente, quando vengo chiamato per un appuntamento, nel 99% dei casi, c’è la fase della condivisione del pasto, sia che ci si trovi a pranzo oppure a cena.

Per la maggior parte della popolazione, sedersi a tavola e gustare il piatto preferito, risulta una dei piaceri che difficilmente si riesce e si vuole rinunciare, come l’idea che si ha del sesso, in fin dei conti.
Allora, quando si presenta l’occasione di organizzare l’appuntamento con l’accompagnatore, perché non confrontarsi anche davanti a del buon cibo?

Nella foto postata nell’articolo, potete vedere l’accompagnatore per donne condividere a cena un secondo piatto a base di pesce ed in particolare di cruditè, cosa di cui ne vado particolarmente ghiotto. Il tutto condito dalla scelta di un ottimo vino, dalla luce fioca e calda emanata da qualche candela e dal sorriso di chi avevo difronte.

Durante il momento della condivisione del pasto, si ha il tempo per raccontarsi, di condividere i pensieri ed idee proprie, di far domande, di essere ascoltati e raccontare i motivi per cui si è scelto di arrivare a cercare ed ingaggiare un gigolo ed in particolare il sottoscritto.

Ognuna di voi che ha voluto sperimentare ed arrivare a tavola con me, è riuscita a concretizzare questo quadretto in base alle proprie motivazioni, che siano prettamente a sfondo sessuale o anche più complesse dell’atto in se.
Non tutte ricercano solo il sesso, ma anzi, vogliono tutto il contorno della compagnia di un uomo che le ascolti, le coccoli, dia dei consigli personali e che sblocchi una parte di se, da tempo inceppata.

Quindi la condivisione del cibo con l’accompagnatore è un momento, oltre che di piacere del pasto, fondamentale per poter aprirsi, confidarsi, raccontare, ridere e sopratutto scherzare anche a tavola, ironizzare anche su dei momenti neri che la vita ci ha messo difronte e come siamo riusciti a venirne fuori.

Personalmente a tavola, oltre che ad ascoltare le storie di vita altrui, si riesce ad intuire la personalità di chi si ha davanti. Dal comportamento che usa con il cameriere, dalla scelta delle pietanze, dalla scelta delle bevande e dalla quantità di consumo delle stesse.

Per la maggior parte delle donne che ho conosciuto, frequentare un accompagnatore per donne non è una pratica sempre così usuale ed abitudinaria. Ci sono sono dei casi in cui, pure io mi sono trovato benissimo, altri in cui mi son trovato meno bene, ma questo dettato magari dall’insicurezza, paura, tensione che la donna ha manifestato, non tanto perché in mia compagnia, ma perché la vive giornalmente nella propria vita.

Quando mi cerchi e vuoi vedermi, cerca di essere rilassata il più possibile, anche se so benissimo che è più facile a dirsi che a farsi, ma vedrai che cercherò in tutte le maniere di metterti a tuo agio, non sentirti giudicata dagli altri per quello che fai, ne tanto meno da me. E ricorda, che per far si che la serata vada alla grande, bisogna essere in due a volerlo, io ci sono e tu?

Organizza ora l’appuntamento con il tuo gigolo a Firenze o nella tua città.

Fallo ora, fallo qui!

L’accompagnatore per donne che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Condividi ora dal tuo telefono questo articolo, a chi pensi possa servire, cliccando sul tasto qui sotto.
(visibile solo accedendo con il cellulare)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.