gigolo intervista una sua cliente

Gigolo Intervista Una Sua Cliente

Ma eccomi qui tesori miei, come promesso il gigolo intervista una sua cliente. Per chi non lo sapesse ancora (vedi post precedente) mi son visto, come periodicamente faccio, con una mia cliente affezionata, oserei dire, in quanto ci si incontra ciclicamente di media una volta al mese.

Il vostro accompagnatore per donne, arriva da lei, direttamente a casa sua, come abitualmente succede.
Nessuna stanza d’albergo, ne B&B, ma comodamente a casa, arredata con molto gusto ed altrettanto funzionale.
Arrivo giusto per l’ora di pranzo e questa volta la trovo in cucina, ai fornelli, intenta a preparami, a detta sua, un ottimo pranzetto. Conoscendomi bene, sa altrettanto bene i miei gusti culinari.

Si sciacqua le mani, si gira verso di me, mi sorride e mi corre incontro, dandomi un bacio a stampo e dicendomi di stappare la bottiglia di vino, che aveva comprato ieri, in occasione della nostra giornata.
Io: “ma guarda che non rientra nei servizi dell’accompagnatore, stappare le bottiglie di vino” simpaticamente gli faccio io e lei altrettanto simpaticamente mi risponde:”non rompere le palle e sbrigati, che oggi voglio sbronzarmi e fare l’amore con te!”

Ovviamente il suo programma mi attizza molto, ma nella mia testa bussa il pensiero dal titolo “gigolo intervista una sua cliente”, e quindi gliela butto li così:”senti una cosa…ti dispiacerebbe rispondermi a qualche domanda che vorrei farti sul nostro rapporto?”. Lei prendendo il bicchiere di vino in mano, mi invita a brindare e con un sorrisino da birbante esclama:” prima scopiamo e dopo ti risponderò a tutte le tue domande, immagino per il tuo sito..”

Io:” dimmi pure se ti scoccia questa cosa” Lei:” no, no, anzi, condividere il benessere che mi dai con altre che ti cercano, non mi da alcun fastidio, anzi, così certe frustrate romperebbero meno le palle, dopo una tua visita!”
Dai, allora è fatta, mi dico, quindi possiamo pranzare liberamente, e brindare altrettanto con tutta calma.

Si son fatte ormai le 17, il tempo con lei vola e ad un tratto sobbalza dicendomi:”dai, prendi appunti che son curiosa delle tue domande”. Come un bradipo mi alzo dal letto, prendo il PC ed inizio a prendere appunti, anche se non mi son preparato delle domande esatte, ma spontaneamente iniziamo.

Lei mi propone una cosa però:”senti, facciamo così, oggi non voglio fare esattamente la parte dell’intervistata tipo domanda e risposta, ma ti darò io delle risposte senza che tu mi faccia delle domande precise e non devi interrompermi. Poi se vorrai, la prossima volta faremo come vuoi tu…” Ma quanto adoro le donne con iniziativa e fantasia!” Ovviamente per me va bene così.

Lei:” Si, ho cercato un gigolo sul web, una sera, quando avevo le palle piene di tanti maschi che ti corteggiano per scoparti, ti promettono mari e monti e poi alla fine non hanno nemmeno alba di come far godere una donna, certo qualcuno si salva, altri bocciati per negligenza totale!

Allora mi son detta, e che cazzo, io voglio godere come una maiala, com’è giusto che sia il sesso e quindi questa volta pago e pretendo un trattamento a 360° da un accompagnatore per donne professionista. Ne ho visti un paio su vari siti di accompagnatori per donne, ragazzini, dei sfigati, dei vanitosi peggio delle donne, che se la tiravano pure quando ho chiesto informazioni e poi il qui presente, si tu, non ridere scemo, mi hai fulminata!

Ho letto scrupolosamente il suo sito per capire che tipo sia e posso assicurarvi che dal vivo non ha paragoni con le foto che pubblica, avertelo davanti, con la sua prestanza, con la sua ironia (ha sempre la battuta pronta) gentilezza e quello sguardo da chi la sa lunga, ti conquista in pochi istanti.

Si, l’ho baciato, l’ho palpato, mi son fatta montare, scopare, sbattere, l’ho accarezzato dolcemente quando dormiva accanto a me, l’ho risvegliato durante la notte, succhiandoglielo, l’ho coccolato sul divano, gli ho fatto pure da schiava una giornata intera, Raul è unico, io l’adoro, è un mix si sensualità misto animale, è diretto e lucente e se qualcuna osa lamentarsi di lui, provo io a consigliarle un buon psichiatra.

Senti, il patto era questo, pubblica tutto sul tuo sito, se vuoi continuiamo la prossima volta, perché ora, avendoti qui, nudo sul mio letto, non ho più intenzione di parlare tanto ma voglio fare quello che tante altre se lo possono solo sognare!”

Direi che non mi aspettavo questa sua proposta del monologo senza alcuna domanda da parte mia, ma credo altrettanto che per oggi sia andata bene così…voi che ne dite?

Organizza ora l’appuntamento con l’accompagnatore a Napoli o nella tua città.

Fallo ora, fallo qui!

Il gigolo che ti raggiunge in tutta Italia ed estero.

Condividi ora dal tuo telefono questo articolo, a chi pensi possa servire, cliccando sul tasto qui sotto.
(visibile solo accedendo con il cellulare)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.